Il max pump point

Il max pump point

bodybuilding-24a

Recentemente ho letto un articoli del Prof.Giovanni Cianti che spiega cosa sia il MAX PUMP POINT. Riporto qui di seguito alcune stralci dell’articolo.

Prima di tutto sai cos’è l’ipertrofia del sarcoplasma? Si tratta del fenomeno compensatorio che si attua a carico del glicogeno muscolare depositato appunto nella parte liquida della cellula, il sarcoplasma. Tu lo esaurisci con l’esercizio e lui nel riposo grazie ad una dieta ricca di carboidrati si ricostituisce in eccesso, super compensa. E poiché ogni grammo di glicogeno si tira dietro quasi tre grammi di acqua l’incremento del volume muscolare e del peso corporeo è rapido ed evidente, l’aspetto che ne deriva per il tuo corpo è quello classico “gonfiato” del bodybuilder.

Quando si lavora coi pesi il concetto base è l’esaurimento. Ecco come ottenerlo.

Se facciamo lavorare un solo gruppo muscolare alla volta, il glicogeno necessario è solo quello del distretto interessato, neppure il glicogeno epatico interviene in modo sostanziale, di conseguenza diviene più facile esaurirne le scorte.
L’esaurimento del glicogeno muscolare si ottiene lavorando sulla resistenza allo sforzo con contrazioni muscolari continue, lente e concentrate, mantenendo il muscolo sotto continua tensione per 30, 50 secondi anche di più, corrispondenti a 12 – 15 ripetizioni per ciascuna serie. I recuperi tra un set e l’altro saranno brevi e incompleti, quel minimo che serve per ripristinare sufficiente ATP.

L’arco di lavoro deve essere limitato alla sua parte in cui la tensione muscolare non cessa mai ripetizione dopo ripetizione sino all’esaurimento muscolare,ovvero sino a quando non si riesce più a compiere neanche una ripetizione in più a causa dell’affaticamento muscolare.

La quantità di ripetizioni varia da soggetto a soggetto in base ad alcuni fattori.

Il tempo di recupero tra le serie non deve essere eccessivo, il Prof. Cianti indica circa 1-2 minuti ma anche qui vi è una soggettività da individuare con la pratica.

Le tecniche per ottenere l’esaurimento sono quelle di allenamento ad alta intensità, ovvero: ripetizioni forzate e negative, peak contraction, pre-stancaggi, POF, superset e serie giganti, circuit training, superlento, down the rack, allenamenti contro il tempo ad elevata densità di stimolo, set a scalare e così via.

Il numero di allenamenti settimanali è soggettivo e anche in questo caso va individuato persona per persona.

Importante: l’aumento di volumi muscolari dati dal max pump point è dipendente dalla dieta e, nello specifico, dalla quantità di carboidrati in essa contenuta.

Bene!

Speriamo di avervi incuriosito su questa tecnica di allenamento per lo sviluppo spropositato di massa muscolare. se volete avere altre informazioni in merito contattateci o veniteci a trovare presso il nostro centro fitness.

A presto,

STAFF JUST WELLNESS

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF