Corsa lunga e lenta…..il peggior modo per tenersi in forma!

Corsa lunga e lenta…..il peggior modo per tenersi in forma!

A female road runner runs down a road at dusk at Independence Pass.

Ogni giorno almeno una persona mi chiede cosa ne pensi della pratica della corsa lunga e lenta come allenamento finalizzato al dimagrimento, alla tonificazione e al benessere.

Ogni giorno vedo sulle piste ciclabili decine di persone affannarsi in corse lunghe e lente, eseguite con tecnica di corsa molto scadente.

Ogni giorno sento diffondere la notizia che questo modo di allenarsi sia il migliore per praticità e risultati.

Cosa ne penso io?

LA CORSA LUNGA E LENTA E’ IL PEGGIORE MODO PER TENERSI IN UNO BUONO STATO DI SALUTE E PERDERE PESO!

In realtà questo pensiero non appartiene solo a me, ma a tutti i Personal Trainer che abbiano un minimo approfondito la conoscenza della biomeccanica e della fisiologia umana e che tengano ai propri clienti e alle loro esigenze.

Perché affermo che la corsa lunga e lenta è il modo peggiore per stare in forma?

I motivi principali sono tre:

1. sebbene si pensi comunemente che sia il miglio modo per bruciare grassi, questo è falso! La corsa lunga e lenta brucia gli zuccheri presenti nel corpo, finiti questi non usa grassi ma aminoacidi prelevati dal tessuto muscolare e trasformati in nuovi zuccheri per continuare a sostenere l’impegno fisico della corsa. Risultato? Corsa dopo corsa sempre meno massa magra, metabolismo sempre più rallentato e maggiore predisposizione all’ingrassamento, aspetto generale sempre più svuotato e ipotonico, articolazioni sempre più esposte a traumi da over-use.

2. una delle attività più traumatiche che si possa svolgere. Ogni volta che il piede tocca il suolo, ogni singolo passo di corsa, le articolazioni di caviglia, ginocchio, anca, e colonna vertebrale subiscono un piccolo trauma e piccolo trauma dopo piccolo trauma, la somma di tutti i traumi diventa un grandissimo trauma. Chiunque riesca ad essere abbastanza costante nel tempo da protrarre questa abitudine a lungo, prima o poi accuserà infiammazioni di vario genere nelle articolazioni che sopra ho indicato. Nelle donne questo problema è ancora più grave in quanto il bacino femminile è più largo e la distanza tra le ginocchia minore pertanto l’angolo di incidenza del femore è più accentuato è questo rende ancora più traumatica la corsa nel sesso femminile.

3. la muscolatura corporea non viene tutta egualmente coinvolta in questa attività: braccia, spalle e pettorali non vengono interessati da tale pratica rendendola estremamente incompleta.

In conclusione: la ridotta efficienza a bruciare grassi (motivo principale per il quale le persone praticano questa disciplina), l’elevata probabilità di causare traumi e la non completa attivazione della muscolatura corporea fanno della corsa lunga e lenta la peggiore attività per migliorare o mantenere la forma fisica.

it.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF